Si può rimuovere un tatuaggio durante la gravidanza?

laser_tatuaggi_gravidanza

Se stai pensando di rimuovere un tatuaggio con il laser e sei incinta o speri di rimanere presto incinta, è importante che consideri se questa procedura è sicura per te e per il tuo bambino. Rivela immediatamente il tuo stato di gravidanza al tuo Dermatologo.

Durante la gravidanza

Non si dovrebbe effettuare la  rimozione laser di un tatuaggio durante la gravidanza per due ragioni principali:

In primo luogo, il processo di rimozione del laser rompe l’inchiostro della tatuaggio, che viene poi assorbito nel corpo. Questo inchiostro può rivelarsi dannoso per il feto in via di sviluppo. Per lo stesso motivo, si dovrebbero evitare anche gli anestetici topici che spesso sono utilizzati prima della procedura, perché anche questi sono assorbiti nel corpo.

La seconda ragione per evitare la procedura di rimozione laser durante la gravidanza è la fotosensibilità. Durante la gravidanza, la pelle diventerà più sensibile, in particolare alla luce. La luce concentrata del laser durante la gravidanza può rivelarsi più dolorosa quando la pelle è fotosensibile. Ciò è ancora più vero se si evita di utilizzare l’anestetico locale.

Prima o dopo la gravidanza

Non c’è nessun problema a rimuovere i tatuaggi prima o dopo la gravidanza. Tuttavia, bisogna essere consapevoli del fatto che se si procede alla rimozione del tatuaggio poco dopo il parto, la pelle può ancora essere sensibile e la procedura potrebbe essere più dolorosa del solito.

Se stai pensando di rimuovere un tatuaggio prima di rimanere incinta, ricordati che può essere necessario fare più sedute di laser prima di vedere risultati ideali. Assicurati di prevedere abbastanza tempo prima della gravidanza per completare i trattamenti, o considera la necessità di mettere i trattamenti in attesa durante la gravidanza con un risultato parziale che spesso è più brutto del tatuaggio iniziale.