Iperpigmentazione post-infiammatoria

(Foto: L'attrice Kerry Washington senza makeup)
(Foto: L’attrice Kerry Washington senza makeup)

Si tratta di un’alterazione del colore della pelle che persiste in seguito alla guarigione di un’affezione cutanea.
Il disturbo cutaneo iniziale può essere rappresentato da un trauma, un’infezione, un eczema o una reazione cutanea a un farmaco, ma il problema è particolarmente evidente nell’acne.
Negli individui che presentano una pelle di colore più scuro, la reazione tende a persistere e a durare più a lungo.
In seguito, la pigmentazione si riduce gradualmente nel tempo.

Come trattare l’iperpigmentazione post-infiammatoria?

Solitamente il colore della pelle torna normale dopo vari mesi.
È necessario evitare possibili traumatismi a carico della regione interessata. Questi ultimi comprendono la frizione e l’esposizione al sole.
Non è raccomandato l’utilizzo di creme contenenti derivati della vitamina A, in quanto possono indurre una reazione infiammatoria con conseguente aggravamento del problema.
Anche i peeling all’acido glicolico sono rischiosi per lo stesso motivo.

Possono essere impiegati agenti depigmentanti, come i prodotti contenenti idrochinone (non disponibile nei cosmetici in Italia ma prescrivibile dal Dermatologo in preparazioni galeniche). Quest’ultimo tuttavia non agisce più rapidamente rispetto all’evoluzione naturale della condizione in assenza di trattamento.

Il trattamento d’elezione delle pigmentazioni post-infiammatorie è il Laser Nd:Yag Q-switched che rimuove il pigmento (in un massimo di 2/3 sedute) senza generare nessuna ulteriore reazione infiammatoria.

Annunci

5 risposte a "Iperpigmentazione post-infiammatoria"

  1. Salve, leggendo questo articolo mi chiedevo se l’iperpigmentazione post laser fa sempre parte della categoria “post infiammatoria” ? Mi spiego meglio dopo essermi sottoposta oltre un mese fa a laser q switched X macchie solari al viso mi trovo ancora con le zone trattate molto diverse rispetto al colore del resto del viso (più scure). È una condizione transitoria che si risolve naturalmente e che può essere aiutata con qualche crema schiarente?

    Mi piace

    1. Ciao Simona, in genere la iperpigmentazione post-laser è sempre di tipo post-infiammatorio. Nei fototipi scuri non è raro che le macchie restino più scure anche per due mesi dopo il trattamento. Io di solito non utilizzo creme schiarenti in quel periodo ma solo creme che riducano l’infiammazione e protezione solare molto alta.

      Mi piace

      1. Grazie Dott., io non ho pelle scura anzi direi medio-chiara…e ad oggi oltre 50 giorni dopo il laser,le zone trattate sono ancora arrossate/brunastre e ogni volta che mi lavo il viso si arrossano ancora di più. Dovrebbe essere un problema capillare. La protezione 50 la uso ogni volta che esco di casa. Secondo lei è un problema reversibile? Grazie

        Mi piace

  2. Buongionro,
    A causa di un’urto contro una maniglione di un carrello, ho riportato un trauma a livello addominale e si è creata una zona iperpigmentata, che mi da prurito e arrossamaneto continuo.
    Sono passati già 4 anni, ma la zona non guarisce, ho provato a trattarla con varie creme, al cortisone, schiarenti, etc… e sono stato anche da due dermatologi, ma non ho ottenuto alcun risultato.
    Il fatto è che, a livello sotto cutaneo, probabilmenterimane uno stato infiammatorio che, oltre a provocare un fastidioso prurito e arrossamento della zona, impedisce la guarigione della pelle.
    Esiste un rimedio a questo problelma?
    Anche il laser o il pealing chimico credo che non risolverebbero il problema, magari schiarirebbero la pelle a livello superficiale, ma lo stato infiammatorio e il prurito rimarerrebbero, portando nuovamente la zona a scurirsi con il tempo.

    In attesa di un su riscontro, ringrazio e saluto cordilalmente

    Mi piace

    1. Gent.mo Massimo. Se l’infiammazione è profonda peeling e laser non possono fare molto. Premesso che bisognerebbe vederti e probabilmente anche fare un’ecografia, forse una lampada con LED rosso + infrarosso potrebbe essere una soluzione da provare.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...